G.Pasolini - Projects

 Home      Biography      Research      Projects      Publications      Didattica (Italian)

 

RETE MULTIMEDIALE INTERATTIVA DI ACCESSO ALL'UTENTE

Progetto Di Ricerca Applicata "5% Multimedialità: Rete Multimediale Interattiva Di Accesso All'utente"

Coordinatore nazionale: Prof. O. Andrisano

Durata progetto: 1999-2002. 


Virtual Immersive COMmunications

Coordinatore nazionale: Prof. F.Vatalaro

Coordinatore locale: Prof. O.Andrisano 

Durata progetto: 2002-2005.


PROGETTO WWLAN 

Il progetto, che si è concluso nel 2008, ha visto la partecipazione di Alenia Spazio, Università di Bologna, IEIIT-Bologna, Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Roma “Tor Vergata”, Università di Roma “La Sapienza”, Politecnico di Milano, Centro Interuniversitario di Ingegneria delle Microonde per Applicazioni Spaziali (MECSA).Nell’ambito del progetto sono stati individuati tre scenari applicativi, oggetto dei dimostratori di fine attività: 

- Scenario ferroviario. Lo scenario in esame prevedeva l’impiego di una rete a larga banda multisegmento (satellitare + WLAN) al fine di offrire con continuità e con un elevato livello di soddisfazione servizi multimediali (internet, TV digitale,...) ai passeggeri di treni ETR, anche all’interno di gallerie, e nelle stazioni ferroviarie.

- Scenario “Aree di crisi”. Lo scenario in esame prevedeva l’impiego della rete a larga banda terrestre/satellitare al fine di fornire un efficace supporto alle comunicazioni fra le stazioni fisse del corpo dei vigili del fuoco, i mezzi mobili dislocati nell’area di intervento e gli agenti impegnati nelle operazioni di soccorso.

- Scenario “Aree urbane e/o industriali”. Lo scenario “Aree urbane e/o industriali” prevedeva l’impiego della rete a larga banda satellitare come “backbone” per l’interconnessione di reti locali via radio e fra queste e la rete Internet.

 

PROGETTO TRIP

Il progetto TRIP ha portato alla realizzazione di un sistema informativo, accessibile via web anche attraverso dispositivi mobili, in grado di comunicare agli utenti dei mezzi di trasporto pubblici (treni, autobus, metropolitane) della Regione Piemonte la migliore combinazione di mezzi di trasporto per giungere a destinazione. In caso di variazione in itinere della migliore soluzione (a causa di ritardi dei treni, congestione del traffico, …) il sistema ricalcola automaticamente il percorso ottimo e comunica all’utente, attraversa la rete radiomobile, la nuova soluzione.              

 

PROGETTO DVB-2006

Il progetto, nato nell’ambito della collaborazione con aziende del settore broadcasting, prevedeva la realizzazione su dispositivi FPGA Altera Stratix II EP2S180 di   

- un trasmettitore DVB-T, ovvero dell’apparato che ricevendo in ingresso un transport stream mpeg-2 produce in uscita il segnale televisivo digitale modulato a frequenza intermedia;

- un cancellatore d’eco per ripetitori di segnale DVB-T.

All’Unità di Ricerca di Bologna era affidato lo sviluppo del firmware dei due sistemi in oggetto. Nel caso del trasmettitore DVB-T si è trattato, quindi, di implementare mediante il linguaggio VHDL tutte le funzionalità previste dallo standard DVB-T (codifica di canale, interleaving, modulazione OFDM, …. ), mentre nel caso del cancellatore d’eco era richiesta, oltre che l’implementazione del firmware, anche la progettazione ex-novo del sistema. Il progetto ha visto il conseguimento di entrambi i risultati.

                                                                   

PROGETTO PEGASUS 

Obiettivo del programma PEGASUS (ProgEtto per la Gestione della mobilità Attraverso Sistemi infotelematici per l’ambito Urbano, per la Sicurezza di passeggeri, veicoli e merci), proposto nell’ambito del bando “Mobilità Sostenibile- Industria 2015” emesso dal Ministero per lo Sviluppo Economico, è la realizzazione di una piattaforma infotelematica integrata per la gestione sostenibile ed in sicurezza dei flussi di persone, veicoli e merci all’interno delle aree urbane. In particolare, la piattaforma si baserà sulla raccolta ed elaborazione in tempo reale dei dati provenienti dai veicoli, dalle infrastrutture e dalle loro interazioni e li sfrutterà per una migliore gestione della mobilità nelle aree urbane e periurbane.

 

Home      Biography      Research      Projects      Publications      Didattica (Italian)